Ecovillaggio Torri Superiore

Ecovillaggio & Sostenibilita'

 

L’Associazione Culturale Torri Superiore è stata fondata nel 1989 con lo scopo sociale di restaurare e ripopolare il villaggio medievale in stato di abbandono, di sostenere la creazione di una comunità residente, e di contribuire alla creazione di un Ecovillaggio e di un centro culturale aperto al pubblico.

Benvenuti a Torri Superiore

comunita'

La creazione di una comunità residente è uno degli scopi statutari dell’Associazione Culturale.
Dopo i primi anni di fluttuazione e instabilità, il gruppo attuale si è costituito intorno al 2000 e conta circa 20 membri permanenti, tra cui 8 bambini / adolescenti. Si incontra una volta alla settimana e utilizza il metodo decisionale del consenso; la lingua comune del gruppo è l’italiano, anche se non tutti siamo italiani. Ogni nucleo familiare ha un’unità abitativa completa con cucina propria, ma preferiamo mangiare quasi sempre insieme nei locali comuni della foresteria.

sostenibilita' in pratica

restauro del borgo

Nel 1989 Torri Superiore era un villaggio fantasma, con un solo tenace abitante, Nando, a guardia della fortezza in attesa di passare il testimone ai successori. Nasce da un piccolo gruppo di ecologisti, in gran parte torinesi ma non solo, il sogno di
salvare e dare nuova vita al borgo in rovina, abbandonato da decenni, a due passi dal paese di Torri ancora popolato ed attivo. Versava in condizioni disastrose e precarie: volte crollate, muri crepati avvolti dall’edera, le cantine invase dalla spazzatura, l’umidità che regna sovrana. Eppure il fascino del borgo medievale (XIII sec.) era intatto, e l’enorme determinazione dei fondatori dell’Associazione Culturale ha portato, con grande impegno, all’apertura dei cantieri per il recupero del paese con tecniche di bioedilizia. A trent’anni di distanza, il borgo è interamente recuperato ed irriconoscibile,
la straordinaria bellezza del villaggio e la particolarità della sua storia hanno reso celebre Torri Superiore in tutto il mondo.

volontariato

Ospitiamo molto spesso persone interessate alla vita dell’ecovillaggio, alla permacultura e alla vita comunitaria. Per molti anni (1992 – 2008) abbiamo ospitato campi di volontariato internazionale in collaborazione con Legambiente
(www.legambiente.org), manteniamo sempre aperte le porte a volontari singoli.
L’Ecovillaggio fa parte del programma “ESC – European Solidarity Corps” e ospita volontari (dai 18 ai 30 anni) che si fermano circa sei mesi.